Gambero Rosso sceglie la Giardiniera Ursini

Category: , ,
gambero rosso ursini

Gambero Rosso sceglie la Giardiniera Ursini nella classifica dedicata alla compagna ideale di insalate fredde, di riso o di pasta, contrappunto agrodolce e colorato in panini, antipasti, aperitivi rustici e nel tagliere di salumi e formaggi del mese di agosto 2016.

La nostra è una macedonia di ortaggi e verdure in olio extra vergine d’oliva. La particolarità che possiede questa giardiniera è che ogni ingrediente è trattato singolarmente con cotture differenziate in base alla grandezza dei pezzi e alla delicatezza. In più abbiamo aggiunto altri ingredienti e spezie, ottenendo così una straordinaria giardiniera lontana da quelle convenzionali. Una giardiniera così profumata, croccante, fresca, equilibrata e gustosa non si incontra tutti i giorni ! Perfetta come contorno, buona anche come aperitivo o farcitura panini.

“L‘aspetto e i colori richiamano l’estate ed esprimono gioia di vivere, un vegetale impulso ai piaceri della tavola e alla convivialità. Nei casi migliori. Perché trovare una buona giardiniera non è facile. Spesso gli ortaggi risultano molli e gommosi, troppo acidi, troppo spenti nei colori, con tracce di ossidazione all’occhio e al palato, con gusto e aromi distanti da quelli di partenza. Se si sente solo l’aceto che giardiniera è? Per questo c’è chi preferisce prepararla in casa scegliendo ortaggi freschi, lessandoli separatamente, contenendo i tempi di cottura e la presenza dell’aceto in modo da mantenere le verdure carnose e al dente. Ecco quindi una classi ca che mette in  la le migliori giardiniere, lavorate dal fresco con ortaggi stagionali, senza uso di additivi e conservanti, in vendita nel mercato di nicchia (e non) per scegliere a colpo sicuro la compagna ideale di insalate estive, di pasta o di riso, il contrappunto agrodolce e colorato in panini, antipasti, aperitivi rustici o nel tagliere di salumi e formaggi, la spalla complice di piatti di carni e di pesce azzurro, di salumi cotti, di insalate di fagioli, in inverno accanto a cotechino e bolliti. La giardiniera nasce povera, preparata a  ne estate con quello che l’orto regala in quel periodo dell’anno generoso di verdure, per consumarle durante l’inverno. Ortaggi a pezzi, sale, aceto, talvolta vino bianco e zucchero, una cottura di pochi minuti a misura del vegetale rispettandone la croccantezza: fondamentale. La versione classica è composta dal tradizionale quart e t t o
di di ortaggi: peperoni, carote, sedano, cavol ori, spesso integrati da cipolle e  nocchi. In alcuni casi è arricchita da zucchine, zucca, olive denocciolate, fagiolini. Oltre a personalizzazioni esclusive con sedano rapa, puntarelle, cetrioli, ravanelli, piselli, cipolla rossa, mele, pere, funghi, per no melanzane, patate e topinambour. Abbiamo scelto sia le giardiniere in agrodolce, sia quelle conservate in olio (di semi di girasole e di olio extravergine d’oliva). Da quest’ultimo gruppo di prodotti sono uscite le giardiniere migliori.”

Scoprite meglio la Giardiniera nel nostro shop.